Indagini Geofisiche
sul suolo

scopri

Indagini elettriche

2D e 3D, in foro e in superficie

Indagini sismiche a riflessione e rifrazione

Per la determinazione di vuoti e cavità nel sottosuolo e per la caratterizzazione di un terreno e il suo substrato

Indagine in foro

Cross Hole, Down Hole e Cross Hole sonici/ultrasonici

Indagini elettriche

La tomografia elettrica è utilizzata a supporto di altri metodi geofisici nell’investigazione delle strutture sepolte e nella ricerca di acque sotterranee. Questa tecnica permette di indagare la struttura resistiva del terreno, mettendo in evidenza i contrasti di resistività elettrica che sono connesse con la natura dei terreni e del loro contenuto in acqua.

In pratica, il metodo tomografico in corrente continua consente di ricostruire sezioni bi o tri dimensionali di resistività. Un profilo tomografico viene realizzato tramite lo stendimento di un cavo multipolare che collega una serie di elettrodi, i quali vengono utilizzati tanto per l’immissione della corrente che per la misura della differenza di potenziale. Tramite queste due grandezze fisiche è possibile calcolare la resistività elettrica apparente relativa alla configurazione elettrodica utilizzata.

 

Sismica a rifrazione tomografica

Il rilievo sismico a rifrazione è un metodo di indagine basato sulla misura dei tempi di percorso che le onde elastiche (onde P), generate nel terreno in un punto-sorgente, impiegano per raggiungere dei ricevitori (geofoni) disposti sulla superficie del terreno ed allineati con il punto di energizzazione. La distanza tra i geofoni e quella del punto di energizzazione sono scelte in base allo spessore ed ai tipi di materiale che si vogliono indagare.

Si può così arrivare a calcolare sia la velocità di propagazione delle onde di compressione P e lo spessore dei terreni che sono stati attraversati dalle onde sismiche.

Il principio si basa sull’ipotesi che il sottosuolo sia costituito da un limitato numero di strati piani e paralleli  rispetto al profilo topografico, ciascuno caratterizzato da velocità sismica costante sia in senso verticale che laterale. E’ inoltre necessario che la velocità di ogni strato sia significativamente maggiore di quella dello strato soprastante.

 PROGETTI

  • Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Collechiavico
  • Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Bastia
  •   Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Selva
  •   Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Val di Frati
  • Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Ponte Diddino
  • Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Suio
  •  Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Cavallaro

Indagine in foro

Cross Hole
Le prove geofisiche cross-hole consistono in una serie di misure, a varie profondità, dei tempi di propagazione delle onde elastiche longitudinali (onde P) e trasversali (onde S) tra due o più perforazioni lungo traiettorie orizzontali. I tempi di percorso, unitamente alledistanze tra i punti di misura, permettono di definire l’andamento lungo la profondità delle velocità delle onde sismiche e dei parametri elastici caratteristici del materiale indagato.
Definiti i tempi di arrivo delle onde sismiche, e nota la distanza fra il foro trasmettitore ed quello ricevitore (ricavata tramite rilievo inclinometrico), si calcolano le velocità delle onde longitudinali (Vp) e trasversali (Vs). I risultati si rappresentano sotto forma di diagrammi di velocità in funzione della profondità. Dalle velocità Vp e Vs è possibile calcolare parametri quali il rapporto di Poisson e, nota la densità media delmateriale, i moduli elastici dinamici Ed e Gd (modulo elastico e modulo di taglio).
Questo tipo di indagini si presta anche ad elaborazione tramite configurazioni di acquisizione particolari insito e software specifici, ad elaborazioni 2D di tipo tomografico.

Down Hole
La tecnica down-hole è utilizzata per la determinazione delle velocità di propagazione delle onde P e delle onde S nei materiali attraversati da un singolo foro d’indagine. I rilievi consistono nella misura dei tempi di percorso che le onde elastiche (P ed S), generate in un punto in superficie vicino alla bocca-foro, impiegano per raggiungere uno o più geofoni posti nel foro a profondità diverse.
Le velocità relative ad un intervallo di misura poste a diverse profondità vengono calcolate come rapporto tra le differenza di percorso e le differenza di tempi registrati, ovvero come pendenza locale delle dromocrone tempi-distanze.

STRUMENTI

  • Geofono da pozzo / DDH-GEO
  • Apparecchiatura / SOL CH

PROGETTI

  • Indagini di Tomografia sonica onde P e Cross-Gole onde S su colonne Jet Grouting, Down-Hole su terreno post trattamento
  • Test Cross-Hole e Down-Hole su grattacielo a Varsavia
  • Test Cross-Hole e Down-Hole per la caratterizzazione terreni di fondazione di un grattacielo a Varsavia attraverso la definizione delle onde di compressione P e di taglio S onde

SCHEDA TECNICA

progetti

  • Down Hole P e S

    Indagini di Tomografia Sonica onde P e Cross-Hole onde S su colonne Jet Grouting, Down-Hole su terreno pre-trattamento.

  • Sismica a rifrazione tomografica

    Caratterizzazione geofisica tramite indagine cross-hole e sismiche a rifrazione della diga di Val Di Frati

  • Indagini Geofisiche sul suolo

    Campagna di acquisizione dati attraverso differenti tecniche di prospezione geofisica finalizzata alla caratterizzazione geologica in contesti di rocce basaltiche

  • Rilievo sismico a riflessione

    Rilievo sismico a riflessione ad alta risoluzione lungo i versanti di sponda sinistra e destra della bassa valle del Torrente Molina (BL)

Contatti

After reviewing this Statement on privacy pursuant to Art.13 Legislative Decree 196/2003, I consent to the processing of personal data exclusive right to have information about the services / products related to this website

Indagini Geofisiche sul suolo in tutta Italia


Lombardia: Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese, Sondrio, Lodi, Lecco, Cremona, Como, Brescia, Bergamo, Mantova - Lazio: Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo - Piemonte: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbana Cusio Ossola, Vercelli - Emilia Romagna: Bologna, Ferrara, ForlÌ Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini - Liguria: Genova, Imperia, La Spezia, Savona - Abruzzo: Chieti, L'Aquila, Pescara, Teramo - Basilicata: Matera, Potenza - Calabria: Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia - Campania: Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno - Friuli Venezia Giulia: Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine - Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro e Urbino, Fermo - Molise: Campobasso, Isernia - Puglia: Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Barletta Andria Trani - Sardegna: Cagliari, Nuoro, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias, Sassari - Sicilia: Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani - Toscana: Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena - Trentino Alto Adige: Bolzano, Trento - Umbria: Perugia, Terni - Valle D'Aosta: Aosta - Veneto: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza